I Fondi di assistenza sanitaria integrativa sono stati introdotti nell’ordinamento legislativo italiano con il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 che vanno ad integrare e non sostituire le prestazioni garantite dal SSN, i cosiddetti LEA.

UNIMPRESA e Cassa Mutua MBA hanno stipulato una convenzione che consente alle AZIENDE e ai POSSESSORI DI PARTITA IVA quali ditte individuali, lavoratori autonomi, titolari o legali rappresentanti di aziende, soci di società, libero professionista iscritto o meno agli ordini, di usufruire di un Piano Sanitario integrativo di qualità a costi contenuti.

Esempio dei professionisti e/o associazioni rappresentati: web master, consulenti informatici, e-commerce, SEO Specialist, Influencer, parrucchieri tecnici, naturopati – chiropratici – osteopati – esperti sicurezza sul lavoro – fisici – chinesiologi – tributaristi – guide turistiche – educatori familiari – educatori cinofili – investigatori privati – cuochi – tecnici emodialisi – bioingegneri – esperti in qualità – musicoterapeuti – omeopatici – arterapeuti – tecnici infortunistica stradale – ICT – wedding planner – arbitri giudiziari – ecc. Altri Liberi Professionisti che esercitano professioni “protette” e sono tenuti ad iscriversi ad un Albo professionale (avvocati, notai, ingegneri, psicologi, commercialisti, etc. salvo che l’iscrizione ad altri fondi sanitari non sia espressamente vietato dalla cassa)

UNIMPRESA ha scelto la forma mutualistica perché lo statuto associativo di UNIMPRESA è in linea con le finalità della mutualità. Le Società di Mutuo Soccorso si basano sulla contribuzione volontaria o negoziale e sulla suddivisione del rischio tra tutti gli assistiti e amministrate dai Soci stessi, attraverso cariche elettive.

La Polizza Assicurativa invece è il contratto con il quale l’assicuratore paga un premio e si obbliga a rivalere l’assicurato entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro, ovvero a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana (art. 1882cc).

Per iscriversi al Fondo Sanitario Aziende, le aziende stesse devono iscriversi ad Unimpresa attraverso la scheda di adesione da richiedere attraverso il link sottoindicato:

Richiedi Scheda di adesione Unimpresa

Se sei già iscritto ad UNIMPRESA (punto 1) puoi procedere alla richiesta di adesione al Fondo UNIHELSE richiedendo il modulo e le informazioni al link sottoindicato

Modulo Richiesta di Adesione Fondo Unihelse

ll contributo dovuto dai datori di lavoro per l’assistenza sanitaria integrativa è fissato in 140€ annuali per 12 mensilità per ogni dipendente iscritto e di una quota UNA TANTUM a carico dell’azienda pari ad € 25 per ogni lavoratore iscritto. Per i lavoratori assunti a tempo determinato nessun versamento sarà dovuto per i contratti di durata inferiore ai 3 (tre) mesi, comprese eventuali proroghe; per i contratti superiori ai 3 (tre) mesi, comprese eventuali proroghe, il contributo sarà versato integralmente.

Possono essere iscritti al Fondo UNIHELSE tutti i dipendenti – Quadri, Impiegati ed Operai – da aziende del settore assunti a tempo indeterminato, a tempo determinato con contratto di durata superiore a tre mesi, a tempo pieno e a tempo parziale.

Quota mensile a carico Azienda per lavoratoreQuota mensile a carico LavoratoreTotale mensileUna TantumTotale comprensivo della quota Una Tantum
10,001,6711,6725,0036,67 (primo mese) dopo € 11,67 al mese

Il versamento dei contributi di adesione deve essere effettuato mensilmente aggiornando anche il numero di dipendenti aderenti.

contributi versati al fondo sanitario in busta paga dalle imprese sono detraibili dalle imposte.

L’erogazione del contributo per l’assistenza sanitaria integrativa è obbligatoria per tutte le imprese che applicano i CCNL UNIMPRESA e rientra nelle previsioni dell’articolo 12 della l. 30 aprile 1969 n.153 riformulato dal D.Lgs 2 settembre 1997 n.314 e quindi non costituisce imponibile sia ai fini fiscali che previdenziali e non influisce sugli altri istituti contrattuali (a titolo esemplificativo e non esaustivo T.F.R., quota oraria, etc.).

A seguito della Circolare ministeriale n. 43 del 15 dicembre 2010, è da ritenersi che i datori di lavoro che non intendano aderire al Fondo integrativo sanitario denominato FONDO UNIHELSE, sono tenuti a riconoscere ai lavoratori delle prestazioni sanitarie equivalenti a quanto è previsto nel piano sanitario.

In attesa che l’INPS termini la procedura burocratica circa la convenzione con il Fondo Sanitario denominato UNIHELSE, il versamento su F24, a carico delle aziende, va fatto inserendo il codice W466 sul flusso UNIEMENS seguendo le istruzioni di seguito indicate al punto 1.

Puoi scegliere tra le seguenti modalità:

  1. Creando un nuovo codice in busta paga del dipendente inserendo la voce «contributo sanità integrativa – € 1,67. L’Azienda versa mensilmente per 12 mensilità su F24 attraverso l’inserimento del codice “W466 “sul flusso mensile UniEmens. Accedendo alla voce “DenunciaAziendale“, “ContribAssistContrattuale“, “CodAssociazione” valorizzando il codice causale “W466”, e il relativo “Importo Contributo“ come da tabella suindicata (€. 11,67 per ogni dipendente).
  2. Creando un nuovo codice in busta paga del dipendente inserendo la voce «contributo sanità integrativa – € 1,67. L’azienda effettua un bonifico mensile €. 11,67 per ogni dipendente aderenti, sull’IBAN IT48N0306909606100000195674 – intestato ad Fondo UNIHELSE, con causale “Adesione Fondo Sanitario